Le mie pubblicazioni

La rivoluzione dei taralli

Esce in libreria il 1/6/17 a cura della 0111 Edizioni.

Quattro ragazzi negli anni ottanta e mai invecchiati (invecchiati male?) che ritrovano le speranze del passato senza aver elaborato il lutto degli anni. Si ritrovano in giro per l'Italia a comprarsi altro tempo, un po' per incoscienza, molto perché avevano qualcosa in sospeso. Una storia di musica, relazioni, educazione, provincialismo e socialità. Partendo da un un garage di un paesino delle Marche dirigono verso il festival di Sanremo: un passo avanti, due indietro, tre avanti. Sanremo però è lontana, dall'altra parte della luna: servono cuori forti.

Evento presentazione il 25 giugno

Idem ovvero viaggiatori viaggianti

I binari del treno sono due rette parallele; le rette parallele non si incontrano mai oppure si dice che si incontrano all’infinito. Le parole dei viaggiatori sono infinite, come i loro sogni, diversi e unici. Le parole sono il modo che hanno trovato Luca e Simona per incontrarsi. All’infinito... quindi mai.

Puoi trovarlo:
Phasar Edizioni
Amazon.it

Racconti di ritorno

Quarta pubblicazione. La seconda con Phasar Edizioni. Dodici racconti. Dieci di Luca Pieralisi. Uno di Francesco Crudele. Uno a quattro mani Luca Pieralisi e Stefania Mastantuono. Disegni di Francesca Baldini. Copertina di Corrado Maggi.

Un cerchio non ha solo due dimensioni: il cerchio che usano i bambini per i giochi, l’hula hoop, si muove attorno ai fianchi disegnando spirali e curve concentriche. I racconti di questo libro percorrono la superficie dell’hula hoop intersecandosi con la vita dei protagonisti in maniera vorticosa e veloce, fino a non distinguere le traiettorie, i tempi e gli spazi. Visto da fuori sembra un continuo rincorrersi e riprendersi senza apparente cambio di posizione: un costante, inesorabile, fantastico ritorno. Ma ogni movimento, ogni giro, ogni spostamento porta un pensiero, un cambio di prospettiva, in una parola una storia. Una storia per ogni ritorno.

Puoi trovarlo:
Phasar Edizioni
IBS
Amazon.it
La Sfinge Piazza Garibaldi Falconara Marittima

Ha chiamato il futuro... dice che è in ritardo

Un'antologia di racconti, immagini e fantasia.

Una cosa nuova, un'idea di un momento. Persone che incontrano le proprie storie. Hanno il coraggio di ascoltarle. Forse non cambieranno ilo mondo... o forse si. Il futuro non è ancora arrivato, siamo sicuri di volerlo aspettare?

Puoi trovarlo:
Phasar Edizioni
La Sfinge Piazza Garibaldi Falconara Marittima

La precarietà dell'amore

Ci ho messo un secondo a dirti che ti amavo e una vita a pensare che fosse vero. A vederli, da lontano, sembravano una coppia sposata che portava a spasso il suo amore... precario ovviamente.

Puoi trovarlo:
Boopen
Webster.it
Librierecensioni.it
Libreria la "Sfinge" P.zza Garibaldi 5 Falconara Marittima (AN)

Storie di persone, luoghi e (pochi) animali

Un'antologia di racconti, immagini e fantasia.

L’incerto uomo che passeggia con un cane mentre cerca di capire se la vita abbia o meno una strada sicura è il simbolo di questi racconti obliqui. Se pensate che ci sia sempre la cosa giusta questo libro non fa per voi. I protagonisti delle storie, siano persone o animali, sono più inclini ad ascoltare il vento che la ragione, pensano che avere un’altra scelta sia più importante che avere sbagliato l’ultima volta. Una seppia coraggiosa, un killer buono ed una coppia di matti non si nascondono più e dietro la forza delle azioni, del provare a cambiare la storia vanno a vedere che non sia sempre la stessa storia, lo stesso finale, la stessa sconfitta. Alla fine dalle sconfitte si salvano almeno in due: il diavolo e… il migliore: l’uomo che ha fatto del gusto il tutto, l’uomo per cui il piacere va oltre la vita e l’amore non ha paura o non ne ha abbastanza. Un insieme di storie che non vogliono e non danno giudizi, per tutti coloro che credono ancora che la prima vita è la catarsi, la seconda la conquista e non sanno se ce ne sarà una terza. Un insieme di punti di vista singolari e singoli che non disdegnano di apparire diversi da come il mondo vorrebbe che fossero, da come il mondo si aspetterebbe che fossero. Sullo sfondo il tempo che a volte assiste come un “convitato di pietra” altre si rimbocca le maniche ed interviene dimostrando una forza troppo grande per tutti: anche per quelli che hanno fatto la storia. La stessa storia che si arrende di fronte all’immobile proseguire del tempo. Se non amate le sorprese non leggete questo libro.

Puoi trovarlo:
Boopen
Feltrinelli.it
Webster.it